SARDEGNA – PULA: “ERA UN TRODDIO, NON LA STAZIONE SPAZIALE CINESE”, PAROLA DI NANO @TRODNEWS@

DSC09905PULA. All’inizio qualcuno ha anche pensato che fosse colpa della tanto temuta Stazione Spaziale cinese. Poi alla fine – a fragu – tutti hanno capito che quel boato udito questa mattina – in una deliziosa villetta di Su Guventeddu – fosse semplicemente una paurosa scorreggia. L’allarme (poi rientrato) è stato lanciato da una turista norvegese che avrebbe sentito il fragoroso rumore, nel giardino dell’abitazione che ha preso in affitto a Pula, a pochi passi dal bellissimo mare di Nora.

I SOSPETTI. L’autore del troddio, almeno secondo le prime testimonianze, sarebbe un nano da giardino posizionato da qualche allegro burlone,nella bellissima spiaggia di Nora (come potete vedere nella foto pubblicata in esclusiva). La donna infatti – mentre faceva tranquillamente colazione – assicura di aver sentito il rumore di un troddio (secco e potente), provenire dal cielo. E poi odore di uovo. E subito chiaramente ha pensato alla Stazione Spaziale cinese.
IL MIRACOLO. Per questo motivo si è subito gridato al miracolo, a Nora. Sul posto sono infatti arrivati in molti. Inizialmente a fare casino, poi a cazzeggiare. Ma, dopo aver sentito le parole della donna (e in particolare l’odore) la notizia è stata praticamente confermata. “Si tratta di un troddio con fragranza simile all’uovo e non di un satellite impazzito”, assicurano gli esperti mentre si tappano il naso. “Probabilmente – assicurano – si tratta di un miracolo. Il primo nano al mondo che troddia è meda. Solo da Merdonald”.

GLI ESPERTI. In queste ore il nano sarà sottoposto ad una tac che dovrà confermare il peto. E molto probabilmente, almeno secondo un gruppo di esperti scorreggioni, il nano dovrà superare la prova del classico “tiro del dito”. Per verificare se in effetti possa contenere arietta. Alcuni vicini della villetta hanno dichiarato in effetti che in questi gironi avrebbero sentito numerosi rumori molesti, verosimilmente provenienti dall’alto. Ma, in verità, tutti avrebbero pensato al marito della turista norvegese. Un omone, alto due metri e dal peso circa di 200 chili, che praticamente parla ruttando. Ma questa è un’altra storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ricerca personalizzata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>