SARDEGNA, “PULA DIMENSIONE INVERNO 2018”: NEVE A NORA TUTTO L’ANNO, FRIZZI, LAZZI E BOMBETTE @troDNews@

noraghiaccioPULA. Nora come un grande ghiacciolo ghiacciato. Ebbene si, perché oggi – nella meravigliosa spiaggia di Nora – ha fatto la comparsa “Villa Friusu a Manetta”. Una bellissima abitazione – voluta dai cittadini della ridente cittadina turistica – che darà un tocco di freschezza a tutto il paese, che si affaccia nella simpaticissima “Baia di Nora”. E la novità è stata gradita dai tanti astanti, che questa mattina hanno preso d’assalto la spiaggia: “Esagerati, ma la che siete balordi” – ha commentato con il sorriso – Abdul Pier Antonio Francisco della Callonera – cittadino ispanico di origini oriunde, noto per la sua passione per il surf. “Ceeeee, stamattina stavo surfando – ha raccontato veramente Abdul Pier Antonio Francisco della Callonera – quando mi sono girato e mi sono azziccato. Minga, mi volto e ne vedo un palaghiaccio. A forma di trullo. Balordo, ma cos’è chedè?” .

PARLA L’ESPERTO. Lo strano fenomeno che potete vedere nella foto che pubblichiamo in esclusiva, è stato spiegato serenamente da un noto esperto del tempo, tale Meteo Piroddi, originario di Villaperuccio, che ha così sentenziato: “Secondo me la colpa è di Qualcuno. Un uomo, un perché”. A questo punto è scattato l’applauso al grido infogato di “Per fortuna che Qualcuno c’è”. E solo grazie all’intervento di un Gabbiano Parlante la situazione è tornata alla normalità. Il volatile infatti ha lanciato in aria un amuleto a 13733 stelle, che ha moltiplicato i cervelli della gente. Incredibile. E tutti, a quel punto, hanno smesso di gridare “Per fortuna che Qualcuno c’è” e hanno urlato “Giro girotondo, casca il mondo, casca la terra, tutti giù per terra!”. Scatenando l’ilarità dei presenti che – in preda al panico – hanno organizzato un torneo di pincaro volante sul ghiaccio.

IL LIETO FINE. Dopo ore e ore di frizzi, lazzi e divertimenti. Considerando che sabato trippa, le migliaia di persone presenti nella ridente spiaggia di Nora hanno deciso di capire cosa fosse in realtà la su detta “Villa Friusu a Manetta”. E hanno deciso di avvicinarsi, scoprendo che effettivamente la casa fosse abitata da strani individui che parlavano una lingua, che poteva sembrare anche diversa. Ma questa è un’altra storia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Ricerca personalizzata

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>